Inaugurazione Carrello Cucina in ricordo di Matteo Ciappi

UNITA’ MOBILE CUCINA
in ricordo di Matteo Ciappi

 FOTO INAUGURAZIONE CARRELLO CUCINAcarrello-chiuso-01

 

 Dotarsi di una cucina  da campo è un’idea che da lungo tempo albergava nelle menti e nei desideri dei nostri volontari…..

Cucina mobile

L’esperienza fatta sui siti oggetto di calamità dove VAB arriva sempre tra i primi,  quando ancora mancano tutte le strutture di supporto  logistico, ma anche il supporto di eventi non di calamità dove sia necessario fornire il nutrimento a un numero di persone, avevano fatto nascere l’esigenza della cucina. Ma, aimè, i costi  della struttura erano troppo alti per i risicati budget della sezione e le priorità da affrontare molteplici.

Storia dell’inizio del progetto

Lo stimolo per dare finalmente forma a questo progetto venne a seguito di  un evento tragico, la morte a causa di un incidente stradale di Matteo Ciappi, un giovane socio (27 anni, morto il 12 settembre 2015) che già da alcuni anni era entrato a far parte della famiglia VAB Arcetri. La famiglia dette l’indicazione per le manifestazioni di cordoglio di fare una donazione alla nostra associazione e furono così raccolti oltre 5.000 euro. Successivamente alcuni amici di Matteo, con il supporto organizzativo del Leo Club di Firenze, organizzarono alcune iniziative tra cui una serata in ricordo di Matteo  e di sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale e vollero anch’essi destinare  la raccolta fondi della serata alla nostra associazione. La “massa critica” di finanziamenti per la cucina si stava concretizzando e fu proprio in occasione di questo evento che fu deciso di annunciare il “progetto cucina”  e di dedicarlo alla memoria di Matteo Ciappi.

Il Primo progetto

carrello1

Si trattava di una soluzione  che una volta trasportata in un sito veniva aperta su tutti i lati che diventano piani di lavoro. Tuttavia, una volta fatte le verifiche preliminari  con tutti  gli enti, Regione Toscana e Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, enti preposti  alla validazione per l’inserimento di attrezzature in Colonna Mobile di Protezione Civile Regionale e Nazionale, ci siamo resi conto che tale tipo di cucina non avrebbe potuto superare i requisiti richiesti per essere inserita in un allestimento complesso di soccorso, poiché, per essere “adeguati” a tali contesti  sono richieste specifiche particolari. Le normative di HCCP sulla sicurezza alimentari non accettano una cucina non sviluppata in ambiente chiuso. Inoltre le nuove disposizioni del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale richiedono utilizzo di cucine con solo alimentazione elettrica, questo perché in ambito di emergenza il trasposto e la reperibilità di Gas può far incorrere in problematiche.

Il nuovo progetto

progetto3

Un progetto importante come questo della cucina non poteva non essere adeguato  a tutti gli standard della Protezione Civile per poter essere inserito in tutti i dispositivi di calamità a tutti i livelli. Il nuovo progetto molto più ambizioso del primo ha richiesto molto più impegno da parte dei nostri volontari e molti più fondi che grazie alle donazioni ricevute sono andate quasi a coprire interamente la cifra.
Il carrello ha preso forma ed è stato realizzato dall’impegno e dalla dedizione dei nostri soci che con passione hanno lavorato duramente mettendo a disposizione tutte le proprie capacità ed esperienze lavorative creando un’attrezzatura a secondo tutte le normative vigenti, funzionale e … bè bellissimo..

20160723_151229_resized20160831_00064520160801_230129_resized

In occasione della nostra festa di sezione “Tranquilla mamma… sono alla VAB!” alle ore 11.00 il carrello verrà inaugurato siete tutti invitati!!